Laboratorio Teatrale condotto da Francesca Botti

/Laboratorio Teatrale condotto da Francesca Botti
Laboratorio Teatrale condotto da Francesca Botti 2018-03-15T00:08:40+00:00

RACCONTO CORALE

Laboratorio Teatrale condotto da Francesca Botti – attrice

Insegnanti Francesca Botti
Orario e giorno sabato 21 e domenica 22 aprile ore 10-18
Luogo Teatro Nuovo
Durata corso 2 gg
Totale ore 14
Numero max di allievi min. 10 – max. 15*
Costo 140 €

Cosa serve: abiti comodi senza troppi colori e scritte, tinta unita. Scarpe comode e possibilità di lavorare con le calze.

*Il laboratorio si svolgerà una volta raggiunto il numero minimo di iscrizioni.

**Una volta raggiunto il numero degli iscritti verrà inviato a tutti i partecipanti un testo suddiviso coralmente da imparare a memoria.

 

IL LABORATORIO

Per raccontare una storia a più voci occorre aver chiara e condivisa l’urgenza di significato nascosta nel testo. Occorre riuscire a trovare le azioni giuste che la rappresentino e studiare come meglio portarle sulla scena. Uno degli obiettivi che cercheremo di raggiungere in questo corso sarà appoggiare su queste azioni e solo su di esse la parola che non sarà a questo punto detta ma agita. Ciò permette di svincolare la parola da preconcetti, idee, cliché nei quali l’attore rischia di cadere durante il lavoro a tavolino.
Il racconto passa di voce in voce tra i componenti del gruppo che non sono mai spettatori di ciò che accade in scena ma sempre al servizio di essa, creando immagini e supportandosi l’un con l’altro nel mantenere il filo del racconto.
Occorre dunque creare un vocabolario comune di azioni e immagini.

Il metodo che utilizzo è il metodo di Composizione Teatrale che ho appreso nei miei anni di formazione prevalentemente in Accademia da Gabriele Vacis e che continuo a studiare e modificare nei miei corsi annuali con allievi di tutte le tipologie.

Alcuni esercizi:
– riscaldamento del corpo con la scomposizione fisica: permette di riattivare i muscoli del corpo e concentrare la mente al lavoro.
– cerchio di imitazione: il gruppo imita la guida per scoprire che, come nel training così in scena, tutto ciò che ci muove è un flusso unico consequenziale.
– schiera: allena ascolto e ritmo.
– geometria nello spazio: ci permette di prendere coscienza dello spazio in cui si lavora. Lo spazio si modifica a seconda delle posizioni, della velocità e della qualità del movimento.
– angelo-umano: esercizio sulla fiducia e l’abbandono.
– boxe: azione e reazione.
– improvvisazioni con o senza testo.
– costruzione di immagini sulla musica.

Un gruppo che racconta è un insieme di persone che si ascolta e che cerca soluzioni. È un coro che porta un messaggio e sa quando è il momento di farlo insieme o lasciare il testimone al corifeo che ne prende la guida.

 

L’INSEGNANTE

Francesca Botti frequenta la Scuola di Commedia dell’Arte “L’Avogaria” di Venezia e nel 2001 si diploma attrice presso la Scuola D’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Frequenta nel 2008 il corso di Speakeraggio presso il Cta di Milano.

Continua la sua formazione frequentando diversi laboratori.

Insegnanti: Naira Gonzales; Emma Dante; Danio Manfredini, Carmelo Rifici, Juri Ferrini, Paolo Nani, Adriano Jurissevich, Jerzy Sthur, Roberto Bacci, Jurij Alschitz, Massimo Navone, Francois Kahn, Peter Stein, Gabriele Vacis.

Ha lavorato nell’ambito del Teatro Ragazzi con il “Teatro Litta”, il “Teatro del Buratto” di Milano.

Ha collaborato con “Teatro dei Vaganti”, “Teatro Nuovo” e “Babiloniateatri” di Verona ; “Teatro La Piccionaia – I Carrara” di Vicenza; “Teatro Stabile del Veneto” di  Padova; “Teatro Franco Parenti” di Milano.

Recita in cortometraggi, pubblicità e audio-visivi per l’estero.

Produce suoi spettacoli: “Electroshow”; “Amico Immaginario Cercasi” drammaturgia Federica Di Rosa; “Ah… l’amore, l’amore”; “Tutto sta nel nome”.

Partecipa al Fringe Festival di Edimburgo 2014 con “The Cut Tuk Show” di Martina Cortellazzo, Naturalis Labor.

Tiene laboratori teatrali per ragazzi e adulti in ambito scolastico e teatrale.

Inizia nel 2014 a collaborare con la coop. DedaloFurioso di Dueville (Vi) con la direzione artistica di Vitaliano Trevisan.

Ultimi lavori: Lea nella “Cativissima I e II – Epopea di Toni Sartana” di e con Natalino Balasso, produzione Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale e partecipa al video “Balasso e il lavoro” (visibile sul canale youtube di Natalino Balasso); Orsetta nelle “Le Baruffe Chiozzotte” di Carlo Goldoni, regia Paolo Valerio, produzione Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale.

 

ISCRIZIONI

Le iscrizioni sono aperte dal 19 marzo al 18 aprile 2018.

Il costo del corso è di € 140 da versare all’atto dell’iscrizione (in contanti o mezzo bonifico bancario, iban: IT63C0604511703000005000600 indicando Nome, Cognome e Racconto Corale).

L’iscrizione avviene con la compilazione del modulo di iscrizione in tutte le sue parti e la spedizione dello stesso con la contabile del bonifico alla mail scuolateatro@teatronuovoverona.it oppure consegnandolo personalmente presso la segreteria della Scuola di Teatro aperta dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 18.30 (Teatro Nuovo di Verona, Piazza Viviani 10) contestualmente con il pagamento della quota del corso. Il corso parte con un minimo di 10 partecipanti e ha un numero massimo di 15.

 

Per informazioni e iscrizioni:

Scuola di Teatro – Teatro Nuovo – Piazza Viviani 10, Verona
Lunedì – Venerdì ore 15.30-18.30
Tel. 045 800 61 00
e-mail:  scuolateatro@teatronuovoverona.it