Francesca Botti frequenta la Scuola di Commedia dell’Arte “L’Avogaria” di Venezia e nel 2001 si diploma attrice presso la Scuola D’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Frequenta nel 2008 il corso di Speakeraggio presso il Cta di Milano.
Continua la sua formazione frequentando diversi laboratori.
Insegnanti: Naira Gonzales; Emma Dante; Danio Manfredini, Carmelo Rifici, Juri Ferrini, Paolo Nani, Adriano Jurissevich, Jerzy Sthur, Roberto Bacci, Jurij Alschitz, Massimo Navone, Francois Kahn, Peter Stein, Gabriele Vacis.
Ha lavorato nell’ambito del Teatro Ragazzi con il “Teatro Litta” , il “Teatro del Buratto” di Milano.
Ha collaborato con “Teatro dei Vaganti”, “Teatro Nuovo” e “Babiloniateatri” di Verona; “Teatro La Piccionaia – I Carrara” di Vicenza; “Teatro Stabile del Veneto” di Padova; “Teatro Franco Parenti” di Milano.
Recita in cortometraggi, pubblicità e audio-visivi per l’estero.
Produce suoi spettacoli: “Electroshow”; “Amico Immaginario Cercasi” drammaturgia Federica Di Rosa; “Ah… l’amore, l’amore”; “Tutto sta nel nome”.
Partecipa al Fringe Festival di Edimburgo 2014 con “The Cut Tuk Show” di Martina Cortellazzo, Naturalis Labor.
Tiene laboratori teatrali per ragazzi e adulti in ambito scolastico e teatrale. Insegna al Teatro Nuovo di Verona.
Inizia nel 2014 a collaborare con la coop. DedaloFurioso di Dueville (Vi) con la direzione artistica di Vitaliano Trevisan.
Ultimi lavori: Lea nella “Cativissima I e II – Epopea di Toni Sartana” di e con Natalino Balasso, produzione Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale e partecipa al video “Balasso e il lavoro” (visibile sul canale youtube di Natalino Balasso); Orsetta ne “Le Baruffe Chiozzotte” di Carlo Goldoni, regia Paolo Valerio, produzione Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale.