Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Ogni settimana, presso il Piccolo Teatro di Giulietta alle ore 18, è possibile incontrare i protagonisti degli spettacoli inseriti nelle nostre rassegne “Il Grande Teatro” e “Divertiamoci a Teatro”: alla scoperta delle tematiche portate in scena e della professione dell’attore.

12 dicembre ore 18.00/ Piccolo Teatro di Giulietta

FALSTAFF E IL SUO SERVO di Nicola Fano e Antonio Calenda che cura anche la regia, è in programma dal 10 al 15 dicembre. Ne sono protagonisti Franco Branciaroli e Massimo De Francovich. Accanto a loro, sono in scena Valentina Violo, Valentina D’Andrea, Alessio Esposito e Matteo Baronchelli. Lo spettacolo è prodotto dal Centro Teatrale Bresciano, dal Teatro degli Incamminati e dal Teatro Stabile d’Abruzzo.
Falstaff, noto al pubblico soprattutto per Le allegre comari di Windsor, in realtà giganteggia in un’altra opera shakespeariana, Enrico IV. Alter ego di ogni grande protagonista del teatro di Shakespeare, il suo ossessivo ottimismo (quasi un Candido ante litteram) sconvolge il conflitto tra volontà e destino che permea l’opera del Bardo. «La volontà e il destino hanno vie differenti, e sempre i nostri calcoli sono buttati all’aria: i pensieri son nostri, non già gli esiti loro» fa dire Amleto a uno degli attori giunti a corte. Questa dicotomia – se sia più saggio assecondare il caso oppure opporvisi con le armi della ragione – contraddistingue quasi tutti i testi di Shakespeare. E contraddistingue le avventure di Falstaff (un uomo che confonde i piaceri con la natura e la furbizia con il caso) a cui è stato affiancato un servo che, come Iago, crede di potere addomesticare la realtà e, come Puck, pensa di potere “mettere una cintura al mondo”. Il conflitto fra questi due personaggi evoca altre coppie celebri di opere shakespeariane (Lear e il suo Matto, Iago e Roderigo, Antonio e Shylock) e del teatro in generale: da Don Giovanni e Sganarello a Vladimiro ed Estragone.
Lo spettacolo ripercorre gli ultimi giorni di vita di Falstaff (quelli prima della morte raccontata nell’Enrico V) ed evoca tutte le sue avventure. Ne viene fuori un catalogo delle beffe subite da Falstaff compresa quella finale di essere issato su un grande cavallo dal quale cadrà finendo definitivamente nella polvere e assecondando il piano del terribile servo intenzionato a diventare padrone.

Nei giovedì di spettacolo, alle ore 18.00, gli attori incontreranno il pubblico.

Scopri di più